Formazione e Istruzione Sicurezza

Agg. RSPP - Il chi fa che cosa in azienda e le deleghe di funzione nell’ambito di un “sistema 231“

aggiornamento corsi a catalogo Lucca Pistoia RSPP

La normativa di salute e sicurezza sul lavoro sollecita le aziende a chiarire - sotto il profilo prevenzionistico - i ruoli e le responsabilità delle varie funzioni aziendali, stimolandole così a creare ed istituire alcuni ruoli

Destinatari Imprenditori, Responsabili di funzione - R.S.P.P. Datori di lavoro Aziende Rischi Basso Medio o Alto - Dirigenti - R.S.P.P. e A.S.P.P. di tutti i settori ATECO - Preposti - Coordinatori - Formatori Sicurezza
Data inizio corso mercoledì, 13 marzo 2024 alle 9.00
Altre date 15/03/2024
Durata8 ore
Quota partecipazione e modalità di pagamento

Aziende associate € 384 (+IVA)
Aziende non associate e lib. professionisti € 512 (+IVA)

Il corso può essere totalmente finanziato.

Informazioni

Il sistema previsto dal D.Lgs.231/01 e dall’art.30 D.Lgs.81/08 in materia di salute e sicurezza
Il rapporto tra il “chi fa che cosa” contenuto nel DVR (art.28 c.2 lett.d) D.Lgs.81/08) e l’“articolazione di funzioni” contenuta nel MOG 231 (art.30 c.3 D.Lgs.81/08)
Il binomio competenze-poteri nel D.Lgs.81/08 e l’esercizio dei poteri di fatto (art.299 D.Lgs.81/08)
Il DVR quale “mappa dei poteri”
I criteri di individuazione del datore di lavoro: il datore di lavoro originario e quello (eventuale) dell’unità produttiva; il datore di lavoro quale unico soggetto che può conferire una prima delega
La delega di funzioni quale “riscrittura della mappa dei poteri”
La delega quale atto giuridico e strumento organizzativo: quando è opportuno conferirla e come scegliere il destinatario tra i responsabili delle varie funzioni aziendali, il requisito della specificità
Obblighi delegati e obblighi/ruoli “diretti”
I criteri di individuazione del dirigente e il rapporto tra dirigente e preposto ai fini della vigilanza
Il nuovo obbligo di individuazione del preposto: la finalità dello stesso e i criteri per espletarlo
Le “nuove” responsabilità del preposto
RSPP e Medico Competente quali consulenti ex lege del datore di lavoro: il perimetro delle competenze di ciascuno e le responsabilità penali e civili
L’esercizio della vigilanza prevista dal D.Lgs.81/08 nell’ambito di un modello organizzativo 231

DocentiDocenti con esperienza pluriennale esperti in materia di formazione e sicurezza sul lavoro
Sede Formetica - On line Google Meet
Iscrizione online

vai al modulo

Obiettivi

La normativa di salute e sicurezza sul lavoro sollecita le aziende a chiarire - sotto il profilo prevenzionistico - i ruoli e le responsabilità delle varie funzioni aziendali, stimolandole così a creare ed istituire alcuni ruoli ed a riconoscerne formalmente altri.
Tale attività implica la conoscenza dei criteri normativi e giurisprudenziali che presiedono alla predisposizione di tale organizzazione, a fronte peraltro di una sempre maggiore valorizzazione di questo tema da parte del legislatore e degli interpreti qualificati.
Ai sensi del Testo Unico di Salute e Sicurezza sul Lavoro, infatti, una corretta organizzazione dei ruoli è necessaria ed essenziale ai fini dell’idoneità del Documento di Valutazione dei Rischi (art.28 c.1 lett.d) D.Lgs.81/08), dell’adempimento di specifici obblighi normativi (ad esempio, art.18 lett.b-bis) sull’individuazione dei preposti), della validità di una eventuale delega di funzione (conferita "da parte del datore di lavoro”; art.16 D.Lgs.81/08), dell’idoneità dell’eventuale modello organizzativo implementato ai sensi del D.Lgs.231/01 (art.30 c.3 D.Lgs.81/08) e, più in generale, ai fini dell’implementazione di un sistema organizzativo caratterizzato da una reale corrispondenza tra competenze e poteri.
Tutto ciò si collega poi al fondamentale tema della vigilanza sull’operato dei lavoratori nonché delle procedure gestionali correlate; un tema - quello della vigilanza - che assume particolare rilevanza e complessità nelle organizzazioni nelle quali sia stato implementato il sistema previsto dal D.Lgs.231/01.
L’incontro, che si pone l’obiettivo di fare chiarezza sul tema, sarà caratterizzato da una modalità interattiva con momenti di confronto e dalla condivisione di casi studio tratti dalla giurisprudenza.

Articolazione percorso formativo

DURATA:

8 ore

CALENDARIO:

13 Marzo 2024 dalle 9:00 alle 13:00

15 Marzo 2024 dalle 9:00 alle 13:00

SEDE:

Formetica Online Google meet

Modalità di iscrizione

L'iscrizione al corso può avvenire registrandosi sul sito di Formetica cliccando sul seguente LINK o contattando i referenti Sonia Aglietti 0583444254 - Cell.3270110175 s.aglietti@formetica.it  o Stefano Mancini 0573991730 s.mancini@formetica.it

Riferimenti

SONIA AGLIETTI - s.aglietti@formetica.it - tel. 0583444254
STEFANO MANCINI - s.mancini@confindustriatoscananord.it - tel. 0573991730
PAOLA MARTELLI - p.martelli@confindustriatoscananord.it - tel. 0583444307